Le accettazioni bancarie

Tra gli strumenti bancari di breve periodo abbiamo le accettazioni bancarie. Ci riferiamo cioè alle cambiali che hanno un importo elevato, che hanno una scadenza inferiore all’anno, tratte da un imprenditore all’ordine proprio e accettate da una banca dove il traente si affida e girata da quest’ultimo ad un terzo con la clausola “senza garanzia“. Il terzo (giratario) darà in cambio una somma pari a quella riportata sulla cambiale.

accettazioni bancarie

La banca, accettando, svolge il compito di garante dell’operazione spingendo i risparmiatori ad usare questa forma di investimento. Nonostante la clausola “senza garanzia”, il girante non è esonerato dalle responsabilità per mancato pagamento (art. 13 comma 2 l.c.). Quando scade la cambiale, la banca dovrà pagare al portatore e agire contro il traente per la restituzione della somma. La scadenza di solito delle accettazioni bancarie è di 30, 60 o 90 giorni e rappresentano gli strumenti di Mercato Monetario. Alcuni chiamano le accettazioni “operazioni di credito documentario” perché il pagamento avviene dopo la presentazione di un documento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *